Crostata con ripieno di mele, uvetta e cannella

Torta di mele

Una torta di mele, un’altra.
Il sapore dello strudel in una crostata.
Il ripieno dolce, speziato e profumato all’interno di un friabile guscio di pasta frolla.
Una torta di mele ricca e deliziosa.

IMG_20180317_211215

Si tratta di una torta semplice, niente ingredienti strani o passaggi complessi.
Basta preparare un panetto di pasta frolla e mentre lei riposa cuocere le mele con uvetta e cannella.
Si inforna prima la parte inferiore della crostata, poi si aggiunge il composto di frutta e si ricopre con altra pasta frolla. Di nuovo in forno per terminare la cottura e un po’ di pazienza per dare alla crostata il tempo di raffreddarsi.
Si può preparare la mattina per il tè del pomeriggio o il pomeriggio per gustarla dopo cena. E si può anche fare il giorno prima, tanto lei si conserva benissimo.

Questa crostata è perfetta per chi ha voglia di mele, per chi ama le torte speziate e per chi ama le torte e basta. Per gli amanti della pasta frolla. Perfetta per chi ha un po’ di tempo e vuole passarlo a preparare un dolce buono. Perfetta perché siamo quasi in primavera ma l’inverno continua a farsi sentire.

Ingredienti:
400 gr di farina 00
200 gr di burro
160 gr di zucchero
2 uova
la scorza di un limone

4 mele gialle (io Golden delicious)
2 cucchiai di zucchero di canna
3 cucchiai di uvetta
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di maizena
1 cucchiaino di cannella
il succo di un limone
burro q.b.
acqua q.b.

Procedimento:
– Iniziate a preparare la pasta frolla: in una ciotola mettete la farina, lo zucchero, la scorza di limone e il burro (freddo!) tagliato a tocchetti. Impastate con le dita, fino a sciogliere il burro e ottenere un composto “sabbioso”.
– Aggiungete le uova intere e impastate velocemente sempre con le mani, per non scaldare troppo l’impasto. Quando l’impasto sarà sodo e omogeneo, formate una palla, ricopritela con pellicola trasparente e fate riposare la pasta frolla in frigorifero per almeno un’ora.

IMG_20180317_152943
– Mentre la frolla riposa, realizzate il ripieno della crostata: lavate e sbucciate le mele, poi tagliatele a pezzetti. Vanno bene anche imprecisi, purché siano abbastanza piccoli.
– Aggiungete alle mele tutti gli altri ingredienti: uvetta, zucchero, pinoli, maizena, cannella e succo di limone.
– Fate sciogliere a fuoco lento una noce di burro in una padella ampia, dove poi aggiungerete il composto di mele e uvetta. Lasciate cuocere per 20/30 minuti, aggiungendo un paio di bicchieri di acqua durante la cottura.

IMG_20180317_150404
– Una volta che il composto di mele sarà diventato morbido, togliete dal fuoco e fate raffreddare.
– Adesso potete preparare il guscio di frolla: su un foglio di carta forno infarinato, stendete 2/3 della pasta frolla con il mattarello, poi adagiatela delicatamente in una tortiera di 26 cm imburrata e infarinata.
– Con una forchetta fate dei fori sul fondo. Rimuovete la pasta frolla in eccesso e sistemate i bordi, che devono essere alti circa 2 cm per poter contenere il ripieno.

IMG_20180317_153923

IMG_20180317_153938
– Accendete il forno a 180°C, intanto adagiate un disco di carta forno sul fondo della crostata. Infornatela e lasciate cuocere per 15 minuti.

IMG_20180317_154032
– Trascorsa la prima parte di cottura tirate fuori dal forno il fondo di frolla, rimuovete la carta e versate il composto di mele nel guscio. Stendete la pasta frolla restante e adagiatela sulle mele, per chiudere la crostata. Rimuovete la pasta in eccesso e fate nuovamente i fori, per evitare che la frolla si gonfi in cottura.

IMG_20180317_155931
– Infornate la crostata e fatela cuocere per altri 15/20 minuti. Quando la parte superiore avrà preso un colore dorato, la torta è pronta.
– Fatela raffreddare per 3/4 ore, poi spolveratela di zucchero a velo e servite.

Io ho avuto un’assistente speciale, di quattro anni, che ha messo lo zucchero e pulito quello in eccesso con le dita dicendo che dovevo sbrigarmi a fare foto alla torta. Tutti hanno approvato il risultato, mangiandone un boccone dietro l’altro.
E anche io ho fatto il bis.

Se vi avanza, il giorno dopo è ancora più buona.

IMG_20180317_211226

IMG_20180317_212050

I miei consigli:
– Potete sostituire i pinoli con mandorle, noci o nocciole.
– Per una frolla particolare, sostituite metà della classica farina 00 con quella di farro, integrale o di grano saraceno.
– Ottima accompagnata da una pallina di gelato alla panna/yogurt/crema.

Crostata al cacao con ricotta, pere e amaretti

Ho poco tempo per cucinare e ancora meno tempo per scrivere.
Ma quando preparo qualcosa che mi piace tanto, voglio raccontarlo.

DSC02969

Dopo un periodo di dolci senza burro (granola, biscotti, torta vegana) sentivo il bisogno di preparare la mia pasta frolla.
Dopo averla provata con farina integrale, farina di farro, farina di grano saraceno.. ho deciso di realizzare la versione al cacao.
Con questa frolla ho fatto una crostata con crema di ricotta, pere e amaretti.
Le pere perché nessun frutto si sposa così bene col cacao; la ricotta perché volevo creare una crema leggera, in contrasto col sapore forte del cacao; gli amaretti perché volevo rendere il ripieno un po’ croccante.

DSC02976

Una torta autunnale, delicata e deliziosa, ideale da preparare nei pomeriggi freddi e buii con cui ci toccherà fare i conti per qualche mese.

Ingredienti:
Per la frolla
260 gr farina 00
40 gr cacao amaro
150 gr burro
120 gr di zucchero
2 uova
1 pizzico di sale

Per il ripieno
4 pere mature
250 gr di ricotta
100 gr di amaretti
1 uovo
2 cucchiai di zucchero

Procedimento
– Preparate la pasta frolla cominciando a mescolare gli ingredienti secchi: setacciate la farina, il cacao e poi aggiungete lo zucchero e un pizzico di sale.

DSC02934

DSC02936
– Tagliate il burro (freddo di frigorifero!) a tocchetti, poi aggiungetelo agli altri ingredienti e iniziate a impastare con le dita, fino a creare un composto granuloso in cui il burro è stato assorbito dalle polveri.
– Unite le uova e continuate a impastare velocemente per non scaldare troppo l’impasto: otterrete una palla compatta e omogenea.

DSC02942
– Avvolgete la frolla in un foglio di pellicola e fatela riposare in frigorifero per almeno un’ora.
N.B. Quando ho lavorato la frolla mi sono accorta che non era abbastanza dura per essere stesa al meglio. Se avete più tempo, preparate la frolla con anticipo anche di qualche ora; altrimenti lasciatela in frigorifero un’ora e poi trasferitela in freezer per 10/15 minuti.
– Mentre la frolla riposa preparate il ripieno: sbucciate le pere e privatele del torsolo, poi tagliatele a tocchetti piccoli.

DSC02948
– Mettete le pere sminuzzate in una ciotola capiente, poi aggiungete la ricotta, lo zucchero e l’uovo e mescolate bene per amalgamare tutti gli ingredienti.

DSC02950
– Sbriociolate grossolanemente gli amaretti (in un mixer o con le mani) e aggiungeteli alla crema di ricotta e pere.

DSC02951
– Accendete il forno a 180°C, poi imburrate e infarinate una tortiera di 24/26 cm.
– Su un foglio di carta forno leggermente infarinato o su un piano da lavoro stendete i 2/3 della pasta frolla, ricavandone un disco. La parte che avanza riponetela in frigorifero.
– Adagiate il guscio di frolla nella tortiera, poi bucherellatelo con una forchetta e sistemate i bordi.
– Versate la crema nel guscio di frolla, poi ultimate la crostata decorandola con strisce che ricavate dalla pasta avanzata.

DSC02959

DSC02960
– Infornate la crostata e fatela cuocere per 40/45 minuti in forno statico.
– Sfornate la torta e lasciatela raffreddare completamente prima di servirla.

DSC02973

DSC02972

Si conserva per uno o due giorni, chiusa in un contenitore ermetico.
Questa crostata è ottima per concludere una cena o per accompagnare un tè caldo all’ora di merenda.

I miei consigli:
– Scegliete pere molto mature, per far sì che rimangano più morbide anche dopo la cottura e diano un sapore deciso alla crema.
– Se non amate gli amaretti, potete sostituirli con gocce di cioccolato fondente.

Crostata con farina di riso e confettura di albicocche

Di quei periodi pieni, che potrebbero andare meglio ma vanno così e va bene lo stesso. Di quei periodi in cui inizi a leggere libri che poi lasci a metà e mangi dolci a non finire. Di quando hai voglia di cucinare ma al massimo prepari le schiscette per i pranzi in ufficio. E quando c’è solo la domenica per dormire ma non riesci e allora ti alzi e prepari torte.

Domenica mattina, sveglia troppo presto, prendo uova, farina e burro e ci faccio una crostata. Che la cugina di mamma aspetta di assaggiare i miei dolci e allora meglio non perdere tempo. Uso la confettura di albicocche che mi ha portato dalla Puglia e apro anche la farina di riso.

IMG_20170402_142441

Impasto la frolla e la faccio riposare in frigorifero il poco che basta per stenderla. Lei mi aiuta a farcire la crostata e posizionare le strisce.
La inforniamo. La torta esce dorata, profumata e bella. E la farina di riso la rende friabile e le regala un gusto che, a meno che l’abbiate già fatto, è da provare.
Io esco e a casa la assaggiano. Torno e ne è rimasta solo una fetta. Ché era buona e il giorno dopo a colazione lo era ancora di più.

IMG_20170403_080735

Ingredienti: (per uno stampo da 26/28 cm)
200 gr di farina 00
100 gr di farina di riso
100 gr di zucchero
150 gr di burro
1 uovo
300 gr di confettura di albicocche

Procedimento:
– In una ciotola capiente versate le due farine e lo zucchero, poi aggiungete il burro freddo tagliato a tocchetti.
– Cominciate a impastare: amalgamente il burro agli altri ingredienti sfregandolo fra i polpastrelli, fino ad avere un composto sabbioso.
– Aggiungete l’uovo intero e mescolate ancora per farlo assorbire. L’uovo legherà tutti gli ingredienti e otterrete un impasto liscio e omogeneo.

IMG_20170402_124147
– Avvolgete la pasta frolla in un foglio di pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
– Imburrate e infarinate uno stampo, poi tirate fuori la frolla dal frigo.
– Su un piano da lavoro o fra due fogli di carta forno ben infarinati, stendete i 2/3 della frolla con il mattarello.
– Prendete il disco ottenuto e adagiatelo nello stampo. Eliminate i bordi in eccesso e bucherellate il fondo con una forchetta.

IMG_20170402_125302
– Versate la confettura nel guscio di frolla e distribuitela bene, fino ai bordi.

IMG_20170402_125655
– Con la frolla rimanente realizzate delle strisce per decorare la crostata e terminate la torta.

IMG_20170402_130725
– Infornate la crostata e fatela cuocere per 30/40 minuti a 180°C.

Quando la torta sarà ben dorata, tiratela fuori dal forno e fatela raffreddare completamente.
Gustatela a colazione, merenda o dopo cena. E fate il bis in quei periodi un po’ più pieni e un po’ più difficili.

IMG_20170403_080755

IMG_20170403_080910
I miei consigli:
– Potete scegliere la confettura che preferite: frutti di bosco, arance o fragole.
– Invece che decorare la crostata con tante strisce, provate a realizzare fiori, cuori o altro con stampi per biscotti.

Crostata con confettura ai frutti di bosco

Quando mi chiedono qual è il mio dolce preferito, io non rispondo tiramisù o torta paesana, e nemmeno torta di mele o cheesecake.
Intendiamoci: mangio qualsiasi cosa contenga zuccheri e quelli che ho appena nominato sono fra i dolci che amo di più.
Ma se mi chiedono qual è il mio dolce preferito, io rispondo crostata. Se con confettura, ancora meglio.

img_20170123_221909

Ho un debole per la pasta frolla per tanti motivi: per il suo irresistibile profumo di burro e limone, perché è facile da preparare e si fa con ingredienti che non mancano mai in cucina, perché è croccante e friabile, perché puoi darle ogni forma, gusto e colore che lei sarà sempre buona.
Il bello della pasta frolla è che ti permette di sperimentare, forse più di quanto lo faccia ogni altro tipo di impasto. Si può aggiungere cacao, farina di riso o integrale, cannella e così via per avere una torta sempre diversa.
E poi con il tempo, frolla dopo frolla, si impara a gestire l’impasto, aggiungendo albume se la frolla è troppo asciutta o farina se, al contrario, è troppo molle. Si impara a resistere al tempo di riposo in frigorifero, perché più la frolla diventa dura e più sarà facile da lavorare. Si impara a gestire la cottura, dimenticandosi del timer ma basandosi sul colore della frolla.
Non so dirvi se si impara anche a fare crostate belle. Io ancora oggi ho problemi con i bordi e prima di ottenere strisce dritte ne rompo almeno quattro o cinque.
Ho perso il conto delle crostate che ho fatto: da quelle più semplici con confettura, con ricotta o mele a quelle più elaborate con crema e frutta fresca, con ganache di cioccolato e lamponi o con crema frangipane.
E nonostante questo, ogni volta che ne preparo una, il sapore è sempre nuovo.
Per questo le crostate non stancano mai ed è sempre delizioso mangiarne una fetta.

Ingredienti: (per una tortiera di 32 cm)
200 gr di farina 00
200 gr di farina integrale
200 gr di burro
130 gr di zucchero semolato
2 uova
1 limone
350 gr di confettura ai frutti di bosco
burro e farina q.b. per la teglia

Procedimento:
– In una ciotola capiente mettete le farine, lo zucchero e la scorza di limone.
– Tagliate il burro a tocchetti (deve essere freddo di frigorifero) e aggiungetelo agli altri ingredienti.
– Iniziate a impastare usando i polpastrelli: dovete far si che i tocchetti di burro si amalgamino con zucchero e farina. Continuate fino a ottenere un composto sabbioso.
– Unite ora le uova e impastate ancora, velocemente per non far scaldare troppo l’impasto, fino ad ottenere una palla liscia e omogenea.
– Avvolgete la frolla con la pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.
– Imburrate e infarinate una teglia (io ne ho usata una di ceramica per crostate, ma vanno bene anche quelle in alluminio, in silicone o le teglie usa e getta).
– Tirate fuori la frolla dal frigo, prendetene circa i due terzi e l’altra parte lasciatela da parte.
– Mettete la parte più grande fra due fogli di carta forno leggermente infarinati, e con il mattarello iniziate a stendere la frolla. Se si spacca, reimpastatela leggermente, poi ripetete l’operazione.
– Quando avrete ottenuto un disco non troppo sottile, togliete il foglio superiore e aiutandovi con quello inferiore mettete il disco di frolla nella teglia.
– Rimuovete delicatamente il foglio di carta forno rimasto, poi tagliate la frolla in eccesso e sistemate i bordi.

img_20170123_211836
– Bucherellate la frolla con una forchetta, poi versateci dentro la confettura.

img_20170123_211858

img_20170123_212241
– Accendete il forno, impostandolo a 180°C.
– Con la frolla rimasta preparate le strisce di frolla con cui decorare la crostata e posizionatele sulla torta.

img_20170123_212247

img_20170123_213200
– Infornate la crostata e fatela cuocere per 30/40 minuti: la frolla deve diventare ben dorata e avrà un colore leggermente più scuro di quelle classiche per via della farina integrale.
– Sfornatela e fatela raffreddare completamente.

Una fetta (o anche due) di crostata con confettura è un ottimo modo per iniziare la giornata o per una golosa merenda. O anche per una dolce pausa in ufficio.

img_20170123_221853

img_20170123_221833

I miei consigli:
– Al posto della confettura ai frutti di bosco, potete usare la vostra confettura preferita.
– Se vi avanza della frolla, potete preparare qualche crostatina o dei semplici biscotti che cuoceranno in 10/15 minuti.

Crostata con mascarpone, yogurt e frutta fresca

Complici un giovedì libero e le temperature in discesa, ho ri-acceso il forno.
Il risultato è una torta fresca ed estiva: una friabile base di frolla che accoglie una setosa crema a base di mascarpone, yogurt e ricotta, completata con una cascata di frutta fresca.
Ho scelto di fare una crostata perché non ne facevo da tempo e perché resta sempre il mio dolce preferito.

img_20160714_173044

Ne ho fatte e raccontate tante qui sul blog. Dalla crostata con ricotta e cioccolato a quella con le mele; da quella con confettura a quella con la crema frangipane.

Ma questa è sicuramente la più indicata per una gustosa pausa estiva.

E, come piace a me, si può scatenare la fantasia: giocando con i sapori della frolla e scegliendo ogni volta frutta diversa otterrete una torta sempre nuova.

Per la mia versione ho preparato un guscio di pasta frolla classica poco dolce, che ho farcito con una crema senza uova ed ho decorato con pesche bianche, albicocche e susine.

img_20160714_172921

Colorata, equilibrata e d’eliziosa. Vi racconto come realizzarla:

Ingredienti:

– Per la frolla
250 gr di farina 00
100 gr di zucchero di canna
125 gr di burro
1 uovo
scorza di limone q.b.

– Per la crema
300 gr di mascarpone
250 gr di ricotta
250 gr di yogurt bianco (2 vasetti)
5 cucchiai di zucchero semolato

– Per la decorazione
1 pesca bianca grossa
6 susine piccole
5 albicocche

Procedimento:

Per la frolla:
– In una ciotola capiente versate la farina, lo zucchero di canna e la scorza di limone.
– Aggiungete il burro freddo tagliato a tocchetti e impastate tutto con i polpastrelli, fino a ottenere un composto sabbioso.
– Aggiungete ora l’uovo intero e impastate ancora, fino a ottenere un composto liscio, compatto e omogeneo.
– Avvolgete la frolla nella pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per almeno un’ora.

– Imburrate e infarinate una teglia di 26/28 cm di diametro, poi accendete il forno a 180°C.
– Tirate fuori la frolla dal frigorifero e stendetela con il mattarello, tenendola fra due fogli di carta da forno infarinati.
– Adagiate la frolla nello stampo e sistemate i bordi, rimuovendo la frolla in eccesso.

– Bucherellate il guscio con una forchetta, poi adagiategli sopra un foglio di carta forno e ricopritelo di legumi secchi.
– Infornate per 20 minuti.
– Togliete la frolla dal forno per rimuovere legumi e carta forno.
– Poi ultimate la cottura del guscio, lasciando cuocere per altri 10 minuti circa. La frolla deve essere appena dorata.

Per la crema
– In una ciotola versate il mascarpone, la ricotta e lo yogurt e mescolate.
– Aggiungete poi lo zucchero e mescolate ancora, fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.
– Copritela con pellicola e fatela riposare in frigorifero.

Per la decorazione:
– Una volta che il guscio di frolla si sarà raffreddato, mettetelo delicatamente in un piatto da portata.
– Versateci dentro la crema di mascarpone e ricotta e livellandola bene con una spatola.

– Lavate la frutta, tagliatela a fette e decorate la crostata.

Conservatela in frigorifero fino al momento di servirla.
Poi tagliatene una fetta (abbondante) e godetevela morso dopo morso.

I miei consigli:
– Provate a sostituire lo yogurt bianco con quello alla frutta che più vi piace.
– Potete preparare la pasta frolla anche la sera prima e farcirla il giorno dopo con la crema appena fatta e decorarla con la frutta.

img_20160714_172615

img_20160715_203418