Ciambella al cacao con ricotta e pere

Ho passato tutta la sera in cucina.
Tornata dall’ufficio ho preparato la cena per fratello e sorella; ho rinfrescato Gioia, il mio lievito madre sopravvissuto alla mia assenza mentre io ero sotto il caldo sole di Rodi; ho cucinato la pasta per il pranzo di domani mentre noi sorelle siamo al lavoro e ho trasformato le melanzane dimenticate nel frigorifero in profumate polpette vegetariane, che riempiranno la mia schiscetta.

Risultato? Piatti, pentole e ciotole da lavare e tanta fame. Per evitare di divorarmi interi pacchi di biscotti, ho deciso di raccontarvi la ricetta della ciambella al cacao con ricotta e pere, che ho fatto nel weekend.

Sto scrivendo dalla cucina, ma giuro che forno e fornelli sono tutti spenti.

9e511-2016-09-052b04-05-082b2Tornata ormai da un paio di settimane dalla Grecia, con ancora i suoi odori in testa, le sue spiagge negli occhi, il suo sole sulla pelle e i suoi colori nel cuore, mi sono lasciata alle spalle le vacanze, pronta per cominciare un nuovo anno. Perché i propositi buoni, gli impegni numerosi, programmi ottimisti affollano settembre tanto quanto gennaio. Uno dei miei propositi è quello di ritagliarmi sempre un po’ di tempo per stare in cucina: che sia per impastare il pane, per preparare risotti o per infornare crostate.

Sabato pomeriggio volevo preparare una torta per cena, che non richiedesse lunghi tempi di preparazione. Uscita di casa senza avere ancora in mente cosa cucinare, mentre riempivo il carrello al supermercato ho deciso di unire cacao, ricotta e pere per ottenere una cake soffice e d’eliziosa.

Il gusto amaro del cacao è stato reso meno forte dal sapore dolce delle pere e la ricotta ha reso l’impasto morbido e leggero. Una ciambella soffice adatta a grandi e bambini; a chi piace il cioccolato e le ricette veloci; a chi la frutta la mangia poco volentieri e a chi la ama da matti; a chi preferisce le torte senza burro e a chi preferisce le torte e basta.

Ingredienti:
210 gr di farina 00
40 gr di cacao amaro
250 gr di ricotta
250 gr di zucchero semolato
3 uova
1 bustina di lievito in polvere
6 pere Coscia (o 3 grandi)

Procedimento:
– In una ciotola capiente versate la ricotta e lo zucchero e mescolate bene.
– Aggiungete i tuorli (conservate gli albumi!) e mescolate ancora.

– Setacciate cacao e farina per evitare che si formino grumi, poi uniteli al composto.
– Aggiungete anche il lievito e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo.
– In un’altra ciotola, montate gli albumi a neve ben ferma, poi, poco alla volta, uniteli all’impasto e mescolate lentamente dal basso verso l’alto.
– Lavate bene le pere, asciugatele, privatele dei torsoli. Tagliate 4 pere a dadini, le altre due a fette sottili.
– Aggiungete soltanto i dadini di pera all’impasto e mescolate ancora.

– Fate scaldare il forno a 180°, poi imburrate e infarinate uno stampo per ciambella.
N.B: fate attenzione di imburrare e infarinare anche la parte centrale interna dello stampo.
– Versate il composto nello stampo, poi decorate la parte superiore con le fettine di pera che avete tenuto da parte.

– Infornate e lasciate cuocere per 30 minuti circa. Per capire se la ciambella è pronta, fate la “prova stuzzicadenti”: se lo esce asciutto, la torta è cotta.
– Sfornate la ciambella e fatela raffreddare prima di toglierla dallo stampo.
Servitela a fette, magari con una spolverata di zucchero a velo.
Buona dopo cena, è ancora meglio gustata a colazione.
Si conserva fino al giorno dopo, ma la mia, purtroppo, non ci è arrivata.

e8f51-2016-09-052b04-05-082b2

I miei consigli:
– Io ho usato le pere Coscia, una varietà di pere piccole, sode e zuccherine. Sono perfette anche le Williams e le Abate, a patto che non siano né troppo dure né troppo morbide.
– Se non avete lo stampo da ciambella, potete usare anche uno stampo con cerniera classico (max 24cm di diametro).
– Per rendere la ciambella ancora più golosa, aggiungete una manciata di gocce di cioccolato fondente.

Frolla al cacao con crema al cioccolato fondente e lamponi

Processed with VSCO with c1 preset

Una friabile e generosa frolla al cacao accoglie una setosa, avvolgente e goduriosa crema al cioccolato fondente. In superficie trenta piccoli, pungenti e colorati lamponi.
Non preparavo una torta da più di un mese. Ormai accendo il forno solo per fare il pane, tempo a disposizione permettendo. Ho approfittato della domenica di pioggia e di Matte che voleva cucinare con me.

Dei due decretare chi è il più goloso è impossibile. Questa torta l’ha scelta lui. Insieme abbiamo pesato gli ingredienti, impastato la frolla e sciolto il cioccolato. Peccato che poi sia stata io a lavare pentole e cucchiai.
La fatica è stata però ripagata al primo morso, quando la forchetta è affondata prima nella crema al cioccolato e poi ha rotto il guscio di frolla al cacao.
In bocca è un’esplosione di sapori: la base croccante, il morbido ripieno e l’acidulo lampone creano un connubio d’elizioso.

edited_1464541083020

Una torta importante, ricca e peccaminosa. Che ti deve piacere il cioccolato per apprezzarla. Che ti risolleva l’umore e fa bene a cuore, mente e soprattutto alle papille gustative. Che se sei a dieta, sappi che una fetta la compromette seriamente. Che è così buona che fai addirittura il bis e poi raccogli le briciole con le dita.

Ormai è noto che il cioccolato fondente, dicono gli esperti, faccia bene. Io posso sicuramente dire di avere seguito il loro consiglio..

La ricetta originale è tratta da CheeseLovesPepper, il blog di cucina di una coppia sarda di Roma che ora vive a Shangai, che seguo su IG, FB e ovunque possa mettere foto dei loro invitanti, golosi e colorati piatti.

Ingredienti:
Per la frolla
500 gr di farina
320 gr di burro
200 gr di zucchero a velo
35 gr di cacao amaro
2 uova
1 tuorlo
un pizzico di sale

Per il ripieno
350 gr di cioccolato fondente
250 gr di panna
1 uovo
2 tuorli

  • 125 gr di lamponi freschi (una confezione)

N.B. = se usate uno stampo da 24 cm potete tranquillamente dimezzare le dosi della pasta frolla, riuscendo comunque a creare uno strato abbastanza spesso. Io ho usato uno stampo da 28 cm, quindi ho seguito le dosi sopra indicate e la frolla rimasta l’ho conservata in freezer.

Procedimento:
Per la frolla
– Preparate la pasta frolla in una ciotola capiente: versate la farina e lo zucchero a velo setacciati, poi unite il burro tagliato a tocchetti e le uova (2 intere + 1 tuorlo). Impastate il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo.
– Aggiungete il cacao amaro e continuate a impastare fino a che questo non sarà completamente amalgamato: non preoccupatevi se il composto risulta morbido e appiccicoso.
– Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per almeno due ore (più riposa e meglio è!).
– Accendete il forno a 170°, imburrate e infarinate uno stampo per crostate.
– Tirate fuori dal frigo la frolla al cacao, ponetela in mezzo a due fogli di carta da forno leggermente infarinati e stendetela con il mattarello fino a ottenere uno spessore di circa 5/7 cm.
– Adagiatela all’interno dello stampo, tagliate i bordi in eccesso e bucherellate il fondo con una forchetta.

– Appoggiate sul fondo un foglio di carta forno e all’interno versateci dei legumi secchi. Questa è la cosiddetta “cottura cieca”, che impedisce al calore del forno di bruciare la superficie della frolla.
– Infornate e lasciate cuocere per 20 minuti. Prendete la teglia dal forno e rimuovete i legumi e la carta da forno.
– Infornate e fate proseguire la cottura per altri 20 minuti, sempre a 170°.
– Sfornate il guscio di frolla e lasciate raffreddare.

Per il ripieno
– In una casseruola versate la panna e fatela “sobbollire” per qualche minuto, a fiamma molto bassa.
– Prima che inizi a bollire, versateci il cioccolato fondente, precedentemente ridotto a pezzi anche grossolani.
– Mescolate con una frusta fino a far sciogliere completamente il cioccolato.
– Aggiungete l’uovo intero e i due tuorli, alzate la fiamma e continuate a mescolare.
– Fate amalgamare le uova, poi togliete dal fuoco.

Per assemblare la torta
– Prendete il guscio di frolla, toglietelo dallo stampo e ponetelo in un piatto da portata.
– Versate all’interno della frolla la crema al cioccolato ancora calda (è importante fare subito questo passaggio, altrimenti la crema tenderà ad addensarsi).
– Livellate la crema semplicemente “smuovendo” leggermente il guscio di frolla.


– Fate raffreddare, poi trasferitela in frigo.
– Tiratela fuori dal frigo almeno mezz’ora prima di servirla, disponete i lamponi come più vi piace, tagliatela a fette e servite.

La torta che avanza può essere conservata in frigorifero per un massimo di due giorni. Quando volete gustarne una fetta, ricordatevi di tirarla fuori dal frigo un’ora prima.

Processed with VSCO with c1 preset

Biochimicamente, l’amore è come mangiare grandi quantità di cioccolato.
John Milton

I miei consigli:
– Se non vi piacciono, omettete i lamponi. Sostituiteli con fragole, more o frutta secca.
– Decorate la torta solo quando il ripieno si sarà addensato, altrimenti la frutta tenderà a sprofondare nella crema.